Mirco Mariottini

Senza Titolo-20clarinetto, clarinetto piccolo, clarinetto Basso

“Clarinettista dalla vis interiore e dirompente” (Musica Jazz), il suo stile é dichiaratamente jazzistico con influenze colte europee, ma anche popolari ed etniche.”

Diplomatosi in clarinetto con il massimo dei voti, si è poi dedicato al jazz e alla composizione, partecipando a vari seminari tra i quali quelli organizzati dalla I.A.S.J. (International Association of Schools of Jazz) tenuti da D. Liebman, i Corsi di Alta Qualificazione Professionale – Regione Toscana – presso Siena Jazz e in seguito con S. Lacy. Ha fatto parte dell’ Orchestra Giovanile Italiana di Jazz, diretta da B. Tommaso e G. Gazzani con la quale ha suonato con il trio di P. Erskine e J. Newton (esecuzione della suite Black, Brown and Beige di D. Ellington), dell’ IS Ensemble di P. Damiani e Theatrum di S. Battaglia. Collabora come freelance con diversi gruppi facendo parte dell’ Agromistico Trio e il Dinamitri Jazz Folklore. Ha inoltre suonato e registrato con musicisti come P. Fresu, P. McCandels, T. Scott, R. Bellatalla, E. Dean, A. Tavolazzi, P. Dalla Porta, G. Parfait Ludovic. Ospite del Salone della Musica di Torino é stato presentato, dall’ Italian Instabile Orchestra, come nuovo talento del jazz di ricerca in Italia. Ha partecipato alla trasmissione radiofonica “Jazz Club”di Radio 3 di C. Boccadoro.

News