Omaggio a Domenico Modugno

modugno provaPenso che un sogno così…

Omaggio a Domenico Modugno e al sogno italiano

 Una musica che si fa teatro, un teatro che si fa canzone, canzone alla vita… Un sogno italiano, nonostante tutto, ancora possibile…

 Di fronte all’idea proposta, ed in seguito sviluppata dal M° Marcello Faneschi, di impegnarci in un personalissimo percorso su Domenico Modugno, abbiamo accettato con entusiasmo la possibilità di realizzarne un omaggio, che attraverso la musica, fosse in grado di riportare alla memoria il segno di un vissuto collettivo e condiviso, soprattutto quello delle nostre radici mediterranee e di quella vitalità e solarità che inevitabilmente ci appartiene.

 La canzone è un momento di grande felicità. Non sono d’accordo con i tormenti interiori. Non servono a niente. Io voglio cantare la felicità, anche se non esiste, mi voglio illudere che esista, devo credere che esista… E siccome per adesso non sono né felice né sereno, anzi sono sempre incazzato, per adesso non compongo. Canto. La vita è una cosa troppo grande e vale la pena di viverla in qualsiasi condizione. (10 Settembre 1991) Domenico Modugno

Avere avuto il privilegio di lavorare come musicista con Domenico Modugno ha fatto sì che negli anni maturasse il progetto di un omaggio a questo straordinario e unico personaggio della scena musicale italiana e internazionale. Riproporre oggi le sue canzoni, significa rinnovare il “sogno italiano” da lui disegnato. Ripensare Mimmo vuol dire immergersi nel suo mondo magico sottolineandone tutta la vitalità. Marcello Faneschi

News